Varazze (Sv) - sfratto villa Malesia. Bonora: "vogliono farmi tacere sul traffico di organi"

E' trascorso un mese da quando l'Autorità giudiziaria ha eseguito lo sfratto nei confronti del dottor Renato Bonora, affittuario di villa Malesia a Varazze (Sv), bene di proprietà della diocesi di Acqui Terme. Nessun bene è rientrato in possesso di Bonora. "Lo sfratto è tutta una scusa - dice - per farmi tacere sul traffico illegale di organi umani che da anni io e don Giacomo Rovera denunciamo". Nell'intervista che vi proponiamo, Bonora fa nomi e cognomi di tutti coloro che nel corso degli anni sono stati informati sul traffico illegale di organi umani.

Total votes: 50

Varazze (Sv) - ex cantieri Baglietto, le polemiche in consiglio

Il consiglio comunale di Varazze ha approvato all'unanimità e con molte polemiche, dopo una discussione di due ore, l'acquisizione dal demanio della zona degli ex cantieri Baglietto. Il progetto prevede l'abbattimento dei due terzi dei fabbricati, il collegamento con la passeggiata a mare e l'allocamento della caserma dei vigili del fuoco.

Total votes: 79

Varazze (Sv) - gli ex cantieri Baglietto a fine mese saranno del Comune

Entro la fine del mese il Comune di Varazze dovrebbe acquisire l'area degli ex cantieri Baglietto, nei pressi del porto turistico e dei cantieri navali. Previsto l'abbattimento di due terzi della struttura.

Total votes: 41

Varazze (Sv) - gli albergatori contro Piacentini, "non c'è dialogo"

L'associazione albergatori di Varazze ha scritto una lettera al sindaco Bozzano per chiedere la sostituzione dell'assessore Piacentini, vicesindaco con delega al turismo. "Mancano il dialogo con le associazioni, una programmazione efficace volta allo sviluppo turistico, l'ufficio turistico funziona a singhiozzo e non abbiamo mai avuto un rendiconto dei soldi spesi". Sono solo alcuni dei problemi sollevati dagli albergatori. Noi abbiamo ascoltato il presidente dell'associazione varazzina, Andrea Bruzzone.

Regione: 
Comune: 
Total votes: 305

Varazze (Sv): sfratto villa Malesia. Bonora: "l'inventario è stato fatto?"

Dopo essere stato sfrattato dal seminario vescovile da villa Malesia a Varazze, Renato Bonora ha dormito in macchina. Nessuno dei suoi beni personali e di prima necessità gli è stato restituito, nemmeno dopo che un suo ex dipendente di fiducia, si era presentato al rappresentante legale del seminario, don Giuseppe Olivieri, con una delega e un documento di riconoscimento in originale dello stesso Bonora. L'uomo, contadino e titolare di un'azienda agricola attualmente impossibilitata a lavorare, è stato costretto a licenziare i suoi dipendenti e da giorni dorme fuori casa, in macchina.

Categorie: 
Total votes: 181

Pagine

Abbonamento a Currunt RSS