Varazze (Sv): sfratto villa Malesia. Bonora: "l'inventario è stato fatto?"

Dopo essere stato sfrattato dal seminario vescovile da villa Malesia a Varazze, Renato Bonora ha dormito in macchina. Nessuno dei suoi beni personali e di prima necessità gli è stato restituito, nemmeno dopo che un suo ex dipendente di fiducia, si era presentato al rappresentante legale del seminario, don Giuseppe Olivieri, con una delega e un documento di riconoscimento in originale dello stesso Bonora. L'uomo, contadino e titolare di un'azienda agricola attualmente impossibilitata a lavorare, è stato costretto a licenziare i suoi dipendenti e da giorni dorme fuori casa, in macchina. Non gli è stato permesso di prendere nemmeno le chiavi di un appartamento estivo messo a sua disposizione. Bonora solleva anche dei dubbi sul fatto che l'inventario di tutti i suoi beni sia stato fatto. Sentiamo perché nella nostra intervista.

Categorie: 
Total votes: 0